top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreConfapi Lombardia

Firma Protocollo regionale per lo Sviluppo sostenibile

Aggiornamento: 22 mar



(Per gentile concessione di Lombardia Notizie – Agenzia di stampa della Giunta regionale)


Luigi Sabadini, presidente di Confapindustria Lombardia, il 26 ottobre 2023 a Milano ha sottoscritto il Protocollo regionale pe lo Sviluppo sostenibile promosso da Regione Lombardia.

L’iniziativa fa parte della quarta edizione del “Forum regionale dello sviluppo sostenibile”

I sottoscrittori del protocollo si impegnano a:

1. Applicare il principio dello sviluppo sostenibile all’interno del proprio ambito di attività, nelle sue tre dimensioni economica, sociale e ambientale, introducendo al più alto livello decisionale, promuovendolo tra i proprio soggetti di riferimento e assicurando una comunicazione istituzionale coerente

2. Concorrere alla realizzazione delle azioni per l’attuazione degli obiettivi di sostenibilità del PRSS, fornendo elementi circa le azioni condotte e i risultati conseguiti nell’ambito del monitoraggio che verrà attivato

3. Proporre un percorso di coinvolgimento dei propri soggetti di riferimento, aperto al territorio, finalizzato alla sensibilizzazione e alla attuazione degli obiettivi di sostenibilità integrati nel PRSS

4. Formulare proposte per le politiche regionali e prendere parte alle consultazioni condotte da Regione per una programmazione partecipata

Ciascun sottoscrittore definisce, in maniera autonoma e in funzione della natura, organizzazione e finalità proprie, un programma di impegni, con il coinvolgimento attivo dei propri soggetti di riferimento che attui una politica organica e complessiva di sviluppo sostenibile diffusa sul territorio lombardo. Il programma viene presentato in sede di sottoscrizione del Protocollo. Relativamente al proprio programma, ciascun sottoscrittore:

1. Fornisce informazioni sugli avanzamenti nella realizzazione del programma, almeno in occasione del Forum annuale per lo sviluppo sostenibile di cui all’articolo 4, secondo modalità di restituzione che verranno definite

2. Procede alla revisione ed eventuale aggiornamento del programma almeno annualmente

3. Si fa carico del conseguimento del programma proposto con risorse proprie, ovvero derivanti da fonti di finanziamento quali partecipazioni a bandi, accesso a contributi, finanziamenti o partecipazione a progetti comunitari.

12 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page