• Slide

Il bresciano Virginio Novali nominato Presidente di Confapi Lombarda Fidi

di SIMONE RASETTI

Virginio Novali, bresciano (valtrumplino), imprenditore della MEC-NOVA srl di Gardone Val Trompia (BS), impresa attiva nella meccanica di precisione dal 1971, è stato nominato Presidente del Consiglio di Amministrazione di Confapi Lombarda Fidi per il triennio 2013/2015.
Ad affiancarlo nella gestione del Confidi, i Vice Presidenti Franco Colombo (Vicario) e Vittorio Bertasi e i Consiglieri Carlo Giuseppe Magani e Mario Magazza (nominati nel Comitato Esecutivo ad affiancare il Presidente e i vicepresidenti), Alberto Castelli, Ambrogio Cason, Vittorio Ballerio, Piero Dell’Oca, Alberto Lanzoni, Stefania Temporiti. Virginio Novali sostituisce il comasco Giambattista Cerutti, a cui il nuovo Presidente e l’intero Consiglio hanno espresso il proprio ringraziamento per il coordinamento del Confidi in questi anni turbolenti.
“Ci aspettano anni difficili e decisivi – ha commentato il neo presidente Novali – dove l’obiettivo sarà quello di proiettare il Confidi nel 2015, quando si auspica si possa operare nuovamente in un contesto di normalità”. I Confidi servivano in passato, servono oggi e serviranno in futuro e quindi dobbiamo cercare di salvaguardarli. Concedere garanzie non è cosa facile in un mondo imperniato sui numeri; c’è necessità di realtà strutturate per valutare qualitativamente l’attività dell’impresa ed il profilo degli imprenditori. E’ attività complicata, non priva di errori e non è una scienza esatta.
A valutare solo i numeri (siano dell’impresa o del comparto settoriale) c’è chi già lo fa ed è certamente in grado di farlo meglio di noi; a noi compete la conoscenza del territorio, delle imprese e degli imprenditori. La sfida dei prossimi anni è molto impegnativa e stante il contesto prolungato di crisi non la possiamo affrontare da soli, vitale è il sostegno pubblico. Non c’è da scandalizzarsi nell’affermare l’importanza di tale sostegno; i Confidi sono realtà mutualistiche che svolgono un’attività onerosa specialmente per soggetti come il nostro vigilati da Banca d’Italia, ed essere ripagati dal mercato sia per i costi che per l’elevato rischio che ci si assume è impossibile”.

Confapi Lombarda Fidi è il Confidi emanazione delle Associazioni di categoria espressione del sistema Confapi, con cui, pur nell’autonomia della gestione, mantiene sinergie di natura logistica, ma, principalmente, per la valutazione qualitativa delle imprese. Ciò avviene per mezzo dei Comitati tecnici d’Area composti prevalentemente da imprenditori soci e di riferimento dell’Associazione territoriale. E’ attivo oltre che in Lombardia (quale risultato delle fusioni negli anni 2005 e 2006 dei Confidi a carattere provinciale di riferimento del sistema Confapi), anche in Piemonte nelle Province di Alessandria e Novara e, più recentemente, in Umbria con uno sportello a Terni. La Lombardia in ogni caso resta la Regione principale, sia in termini di stock di garanzie che di operatività annua. I soci a fine 2012 erano 7.600 e oltre 110 milioni di euro le garanzie rilasciate. Le imprese garantite sono in prevalenza manifatturiere, nonostante la diversificazione operata da alcuni anni.
Virginio Novali, nel ringraziare i colleghi Consiglieri che gli hanno espresso la loro fiducia, ha chiesto loro il massimo impegno per questo triennio: “Terminate le assemblee, guardiamo avanti, a ciò che possiamo fare per supportare le imprese”.
L’invito è un chiaro richiamo a fare sistema, superando la normale dialettica che accompagna le fasi di rinnovo delle cariche; un “fare sistema” pienamente accolto dall’intero Consiglio.

Brescia, 31 maggio 2013.

You may also like...