• Slide

Colombo: la Cina come opportunita per le nostre imprese

A cura di SIMONE RASETTI

“E’ una visione miope quella di pensare che la Cina sia un gigante dai piedi d’argilla, non imploderà dunque e quindi non dobbiamo avere paura di confrontarci a viso aperto, fare business, crescere insieme: accettare la sfida per le piccole e medie imprese significa aprire le porte a immense opportunità per fare sviluppo e crescita occupazionale”. E’ stato uno dei passaggi chiave di Franco Colombo presidente di Confapindustria Lombardia durante la conferenza “Lombardia e Cina prima e dopo Expo” che si è tenuta questa mattina allo Iulm di Milano. “Il peggior nemico non è la Cina ma l’Italia incapace di programmare, di dare credito – ha continuato Franco Colombo – ma anche uno Stato che spreme le piccole e medie imprese e le soffoca con la burocrazia”. Chiosa il presidente di Confapindustria Lombardia: “E’ tempo ormai anche come associazione di categoria di accettare la sfida”. Vincenzo Russo, direttore del Master in Food and Wine Communication, ha confermato “la presenza dell’università come protagonista a Expo”, aprendo la relazione dopo i saluti tra gli altri del presidente dell’Associazione Lombardia-Cina promotrice dell’iniziativa Sergio Grattarola e del vicepresidente Massimiliano Ferrari, di Francesco D’Aprile past presidente of international council of management consultino institutes e Francesco Wu presidente Unione imprenditori Italia-Cina. Angelo Ciocca presidente della Commissione regionale Attività produttive: “I cinesi devono fare i cinesi, il problema e’ che gli italiani devono imparare a fare gli italiani e quindi saper ad esempio portare il mondo in Lombardia: non dobbiamo isolarci ma dotarci anche di strumenti legislativi adatti per unire e crescere insieme”.

You may also like...