• Slide

Operazione borse di studio

Simone Rasetti – “Regione Lombardia intende continuare a investire sulle università e sull’alta formazione, sostenendo e premiando gli studenti che si distinguono per il proprio merito e incrementando le opportunità di legame tra il mondo dell’istruzione e dell’università e quello del lavoro”. Così l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro di Regione Lombardia Valentina Aprea ha illustrato la delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, che definisce i criteri e le previsioni minime di finanziamento per l’assegnazione delle borse di studio universitarie per l’anno accademico 2014/2015. La delibera, anticipando la normativa statale, conferma la sperimentazione avviata sin dall’anno accademico 2011/2012 e prevede interventi innovativi relativi alla definizione di nuovi criteri di accesso finalizzati a valorizzazione del merito e al miglioramento della performance degli studenti. Le risorse messe a disposizione degli enti gestori per l’emanazione dei bandi di concorso per le borse di studio per l’anno accademico 2014/2015 ammontano complessivamente a 42,5 milioni di euro. La delibera riconosce, inoltre, per l’anno accademico 2014/2015, a favore degli studenti detenuti negli istituti penitenziari lombardi e iscritti a un corso di laurea, un contributo di 350 euro per favorirne il compimento degli studi e lo svolgimento della didattica.

You may also like...