• Slide

Zona economica fiscale da estendere

Simone Rasetti – Oggi in Consiglio regionale si vota una proposta di legge al Parlamento che abbiamo fortemente voluto, quella per l’istituzione della Zona a economia speciale. Una misura che favorisce le imprese che si trovano vicino alle aree di confine e che sono penalizzate dal fatto che oltre la dogana, per tanti motivi, ci sono condizioni più favorevoli al tessuto produttivo. Un’altra iniziativa utile a sostegno della vocazione industriale della Lombardia”. Lo ha ricordato, a margine della firma dell’accordo ‘Ponte generazionale’ con Unindustrie Como, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni. Rispondendo alle domande dei cronisti, il governatore ha spiegato che il testo della norma sull’istituzione della Zes, “è stato scritto sul modello di quello presentato dalla Regione Calabria” ed essendo una proposta di legge che va al Parlamento, è stato studiato su “precisi criteri, per evitare che estendendo troppo l’area o disegnando una zona poco omogenea, qualcuno in Parlamento possa approvare la legge per la Calabria e non quella della Lombardia. E’ un rischio che esiste e noi lo vogliamo scongiurare”. Maroni ha però precisato, che l’attuale proposta di istituzione di una Zes sui confini dell’area dove vige lo sconto benzina, “è solo un punto di partenza. La mia ambizione – ha detto – è di estendere la Zes a tutta la regione, perché tutta la Lombardia deve diventare una Zona a economia speciale, anzi, una Regione a Statuto speciale. E’ un processo, l’importante è che venga affermato il principio e che si lasci alla Regione la possibilità di estendere progressivamente i confini della Zes. Mi auguro – ha concluso – che il Parlamento dia il suo via libera a questa legge il prima possibile”.

You may also like...