• Slide

Casasco a Bruxelles

di SIMONE RASETTI

Il Presidente della Confederazione Italiana della Piccola e Media Industria, Maurizio Casasco, ha incontrato il Vice Presidente della Commissione Europea, responsabile per l’Industria e l’Imprenditoria, Antonio Tajani. Tra i temi trattati, una politica europea più attenta all’economia reale, con un’interpretazione flessibile del Patto di Stabilità, l’accesso al credito, i ritardi di pagamento, la lotta alle inefficienze della pubblica amministrazione e il made in. Il Presidente Casasco ha espresso pieno sostegno alle dichiarazioni di Tajani sulla necessità di un’interpretazione intelligente del Patto di Stabilità e Crescita a fronte di un piano credibile dell’Italia che preveda il taglio del cuneo fiscale e riforme su lavoro, burocrazia o giustizia. In generale, Casasco ha espresso apprezzamento per la strategia promossa da Tajani per un rinascimento industriale europeo che prevede un sesto del bilancio Ue a sostegno dell’industria e delle PMI e, norme vincolanti per aprire un’impresa in 3 giorni con 100 euro, avere una licenza in 30 giorni e ridurre i tempi giudiziari. Casasco ha manifestato forte preoccupazione per la situazione dei debiti pregressi e dei ritardi di pagamento in Italia, invitando Tajani a continuare la sua azione per garantire il rispetto della direttiva sui ritardi di pagamento e il pagamento di tutti i debiti pregressi da parte delle pubbliche amministrazioni. Casasco ha infine apprezzato i nuovi strumenti previsti da Cosme, Orizzonte 2020 e fondi regionali, in sinergia con la BEI, per favorire l’accesso al credito e al venture capital.

You may also like...